L'Appetito Vien Leggendo

Food, Travel & Photos

La carica delle lumache(brioche) ;-)

DSC04572

Non so da voi, ma qui ieri è stato un tempo da lupi, di quelli che non metteresti il naso fuori casa nemmeno se ci fosse Jude Law ad aspettarti a braccia aperte. Fuori dicevamo, tempo da lupi, dentro invece tepore da caminetto acceso(da quando ho scoperto il camino non lo mollo più…).  Inoltre la giornata grazie al cambio dell’ora da legale a solare è stata più lunga del solito, di quelle che guardi l’orologio mille volte e ti ritrovi con la fame a mezzogiorno e lo stomaco brontolante alle 19. Tutti questi fattori messi insieme mi hanno fatta imbattere in un’impresa che raramente tento e cioè mi sono data ai lievitati.
Tempo fa su un numero della rivista Cucina Moderna vecchio sfogliato a casa di mia madre(non mi ricordo il mese, ma credo fosse del 2008) avevo trovato la ricetta per fare queste simpaticissime brioche a forma di lumaca. Avevo sempre procrastinato per farle, ma stavolta non avevo scuse.  Quindi, come di consueto appello degli ingredienti(mancava l’uovo) e mani in pasta(quando la cavia è giunta in soccorso).

lumache
 LUMACA BRIOCHE 

Per 16 lumache

330 gr di farina “00”(si può mettere anche metà “00”, metà manitoba)

60 gr di zucchero semolato

10 gr di lievito di birra

1 uovo

1 pizzico di sale

100 ml di acqua tiepida

3 cucchiai di olio di semi di girasole

marmellata di arance rosse q.b(io questa)

zucchero a velo q.b

codette colorate q.b

Procedimento

Sbriciolate il lievito in una tazza. Unirvi un cucchiaino di zucchero semolato preso dal totale e l’acqua tiepida e aspettare circa dieci minuti o finchè il lievito non si sia attivato e in superficie si formi una schiumetta bianca. Disporre la farina a fontana su una spianatoia e versarvi all’interno il composto a base di lievito. Iniziare ad impastare e unire(vi consiglio di tenere gli ingredienti che elenco di seguito già nelle loro dosi e a portata di mano poiché con l’impasto nelle mani non riuscirete a fare molto) l’uovo, lo zucchero semolato rimanente, l’olio e il pizzico di sale e continuare ad impastare per almeno 5 minuti fino ad ottenere un bel composto liscio ed elastico. Formare una palla, metterla in una ciotola, incidere a croce la superficie, coprire la ciotola con un canovaccio umido e lasciarlo lievitare fino al raddoppio(il mio ha impiegato quasi tre ore).

Riprendere l’impasto, sgonfiarlo, staccare due pezzetti(grandi come due mandarini) e stenderlo sottile con il matterello. Formare due rettangoli che abbiano più o meno le stesse dimensioni. Spalmare al centro di entrambi un cucchiaio di marmellata.
Sovrapporre i due rettangoli (facendo incontrare i due lati coperti di marmellata) e avvolgerli su se stessi fino ad ottenere dei cilindri. Ritagliare(con un coltello ben affilato) delle rondelle larghe 1,5 cm. Tirare l’estermità libera, inciderla a metà per formare le antenne, assottigliarle bene e decorarle con le codette. Continuare così fino ad esaurimento dell’impasto. Trasferire i lumaconi appena formati nella placca da forno ricoperta di carta da forno e farli lievitare per ulteriori 30 minuti. Cuocere in forno caldo a 180° per 15/20 minuti o finchè saranno dorati. Sfornare, far raffreddare su una griglia, cospargere di zucchero a velo e mangiare.

lumache-1

Oltre che molto carine da vedere vi assicuro che sono veramente buone da mangiare.  Morbide e golose sfoglie di brioche, legate da un’ottima marmellata di arance rosse, costituiscono un valido alimento per una sana colazione e per una gustosa merenda. Noi le abbiamo mangiate bevendo una tazza di fumante cioccolata calda al peperoncino e vi assicuro che è stata una merenda con i fiocchi. Qui sotto trovate anche la ricetta della cioccolata. Seguendo le mie dosi e il mio semplice procedimento otterrete una cioccolata molto densa. Se non gradite il piccante sarà sufficiente non aggiungere il peperoncino e a vostro gradimento potrete sostituire il peperoncino con cannella, cardamomo, zenzero…

CIOCCOLATA CALDA AL PEPERONCINO
Dosi per 2 Tazze

 200 ml di latte fresco(io parzialmente scremato, ma va benissimo anche intero)

2 cucchiai rasi di ottimo cacao amaro in polvere

2 cucchiai rasi di amido di mais(Maizena)

2 cucchiaini di zucchero semolato(così non viene molto dolce, e la dose può essere tranquillamente aumentata)

la punta di un cucchiaino di peperoncino in polvere

Procedimento
In un pentolino d’acciaio unire il cacao, l’amido di mais, lo zucchero e il peperoncino e miscelarli insieme in modo da formare una polvere omogenea e senza grumi. Unirvi il latte e porre sul fuoco a fiamma bassa. Mescolare sempre e quando il composto inizia ad addensarsi mescolare con più vigore. Quando la cioccolata accenna al bollore ed è della densità giusta(ci vorranno 4 minuti al massimo), togliere dal fuoco e servire ancora fumante nelle singole tazze.

Provata da lei.
DSC04584
Con questo post partecipo al bellissimo contest di Claudietta del blog Mon Petit Bistrot, Le Merende del Bistrot.
49 Discussions on
“La carica delle lumache(brioche) ;-)”
  • Sono semplicemente meraviglioseeeee!! Con la cioccolata calda poi.. uhmm mi è venuta una voglia matta di assaggiarle! Me le segno subito perchè sono originalissime e poi sono così simpatiche.. mettono subito allegria anche in una giornata con un tempo così deprimente! A presto 😉

  • dall’aspetto bellissime e dal sapore sicuramente delicato e particolare (per l’aggiunta di questa marmellata) queste lumache sono sicuramente da riprodurre. grazie per la ricettina. Baci. Terry.

  • Che lumachine deliziose……bellissime e sulla bontà non ho dubbi.
    Perfette per queste giornate grigie…
    Un bacio

  • saretta!!! bellissime davvero e le trovo perfettamente in sintonia con la raccolta di Claudietta: raffinate e dolcissime allo stesso tempo!

  • cara sono veramente bellissime, mi viene voglia di farle subito.uffi la cavia l’avrei fatta io molto molto volentieri!….le mie pantofole hanno il cagnolino invece, possiamo fare la gara e vedere cosa preferisce Jude baci!

  • Ma che carine queste lumache. Sembrano proprio soffici e golose…poi non sai che voglia di cioccolata calda mia hai fatto venire!!!

  • @eka. Grazie mille. Come dici tu sono buone da mangiare e carine da vedere. Se le provi fammi sapere. un bacione

    @terry. Grazie mille. Ti confermo che sono buone buone. Se le provi fammi sapere come è andata. Un bacione

    @daniela. Grazie mille. Un bacione

    @chiara. Grazie mille. Un bacione

    @claudia. Grazie mille. Un bacione

    @fabiola. Grazie mille. Anche qui scirocco, ma anche acqua a più non posso. Oggi peggio di ieri. Un bacione

    @viola. Grazie mille. In effetti mettono allegria. Un bacione

    @katia. Grazie mille. Speriamo che anche Claudietta gradirà. Un bacione

    @lucy. Grazie mille. Queste le devi provare. Sono soffici e buone. Piaceranno al tuo bimbo. La cavia te l’avrei fatta fare volentieri, ma vale sempre il solito discorso delle distanze, mannaggia ;-)!!!Cmq Jude secondo me avrebbe snobbato sia mucche che cagnolini ;-))))
    Un bacione

    @lo81. Grazie mille. La cioccolata con questo tempo oggi pomeriggio ci starebbe proprio bene…Un bacione

    @myriam. Grazie mille. Prova pure e fammi sapere come è andata ;-). Un bacione

  • Sto sbirciando il post con mio figlio… “Mamma boneeeeeee”… concordo in pieno con lui.

    Bacioni
    (le foto fanno scintille, bravissima)

  • Le trovo veramente carine..ora ti faccio una domanda un po’ come dire “porcellosa….ma al posto della marmellata….si potrebbe mettere anche cioccolata??? Dimmi di si…ti prego!!!! Grazie

  • @francesca. Grazie mille. Un bacione

    @lety. Grazie mille! E rassicura pure tuo figlio che ha una mamma bravissima e le lumachine gliele potrà fare anche lei…Un bacione

    @mary. Grazie mille, sei troppo carina. Un bacione

    @elifla. Grazie mille. Passando al quesito, bè direi proprio di SI saranno ancora più dolci e golose!!!C’avevo pensato anche io e siccome sono più porcellosa di qualsiasi altra persona in fatto di dolci sai cosa volevo fare? Dentro cioccolato spalmabile e la parte sotto immersa nella glassa al cioccolato che avrei fatto poi indurire, così che sarebbero diventate simil girelle Motta…Però poi la parte salutista che è in me ha prevalso e la diabolica idea è stata abbandonata…Se provi però fammi sapere che sono curiosa…Un bacione

  • Molto carina la tua lumachina.
    Certo 25 gr di lievito di birra su 300 di farina son tantini…non trovi?
    A mio avviso dieci bastano e avanzano 😉

  • @lo zio. Dici? La dose nella rivista era così e io mi sono fidata. Poi io non avevo la manitoba in casa per aiutare la lievitazione. Inoltre era anche tempaccio e secondo te con 10 gr. non avrei rischiato di allungare troppo i tempi?

  • Fìdati! 😉
    Oppure guarda queste brioches col tuppo(facendo le dovute proporzioni) o ancora meglio queste girandole, dove proporzionando per 330 gr di farina ci sarebbero andati 11 gr di lievito, ma nell’impasto ci sono anche 5 uova e 240gr di burro (non so se mi spiego).

    /Nelle ricette pubblicate sui giornali/riviste troverai quasi solo mega dosi di lievito di birra…ti sei chiesta perché?
    😉

    Buona giornata :))

  • Eh si non avevi proprio nessuna scusa per rimandare!!E alla fine ti sei ritrovata con queste deliziose lumachine,fantastiche acompagnate dalla tua cioccolata peperina!!Bravissima e complimenti!!

  • @mmm. Grazie mille ragazze. il vostro blog lo seguo già cmq. Un bacione

    @fantasie. Grazie mille. Un bacione

    @lo zio piero. ti risp via mail così approfondiamo meglio la questione che sono proprio curiosa.

    @damiana.grazie mille, con la cioccolata erano deliziose. Un bacione.

  • Queste lumachine devono essere deliziose e l’accompagnamento con il cioccolato al peeroncino mi avrebbe fatto rimanere in casa anche se il tempo fosse stato bellissimo!! Buona settimana

  • non avrei mai pensato di dover ringraziare questo tempaccio brutto e antipatico… e invece eccomi qui a farlo.. grazie perchè con il sole non avrei visto queste meraviglie..sono davvero stupende… un bacio

  • Ciao Saretta! d’inverno adoro stare in casa a prendermi il bel calduccio della stufa, non ho il camino ma una bella stufa di ghisa che fa un caldo pazzesco!
    Bellissime queste lumache brioche, e sicuro che saranno state anche buonissime, poi con la cioccolata al peperoncino….!
    Ciao!

  • @le pellegrine artusi. Grazie mille. La cioccolata al peperoncino è una delle mie fisse. Ovvio il piccante devo piacere e siccome io l’adoro, lo infilo anche nella cioccolata e ci sta proprio bene…Scalda il doppio ;-)…Un bacione

    @sara. Grazie mille. Un bacione

    @fabiana. E lo puoi dire forte, perchè se c’era il sole sarei andata a fare un giro…Un bacione

    @meg. Grazie mille. Che bello la stufa in ghisa. Per una freddolosa come me sarebbe il top. Ti confermo comunque che ciocco-brioche è un’accoppiata vincente. Un bacione

  • ciao stracomplimenti per il tuo blog è bellissimo da oggi ti seguirò con moltissimo interesse!queste lumache sono bellissime simpaticissime e sicuramente pure buonissime!!=)se ti va di passarmi a trovare mi farebbe strapiacere!!=) a presto buona serata vale

  • @imbini pasticcini…Ma stragrazie…Le lumache erano deliziose e la cioccolata completava il tutto…A presto. Un bacione

    @luciana. Grazie mille. Hai visto carine le cornine con gli zuccherini?! Un bacione

  • @anonimo. Grazie mille. Se vuoi puoi anche firmare i commenti così saprò con chi sto parlando.

    @martina Grazie mille. A presto. Un bacione

  • Congratulazioni per il primo posto al contest delle merende!!!Brava queste lumachine sono davvero invitanti e il tuo blog è delizioso!!Un caro saluto Federica.

  • Grazie mille Fabrizio! Lo sai che quelle vere piacciono molto poco anche a me?!Mangiavo solo quelle che faceva una mia zia con il sughetto piccante e nemmeno troppo volentieri.
    Tanti auguri anche a te di buon Natale e buona domenica.
    Sara

  • queste lumachine sono bellissime, le ho rifatte ben 2 volte (una volta mischiando manitoba e 00, l’altra utilizzando solo la 00) tuttavia il risultato non è stato pienamente soddisfacente: la pasta non rimane molto soffice, soprattutto se consumate il giorno dopo, tendono ad indurire. mmmhhh… dove avrò sbagliato? L’imasto una volta lavorato mi viene liscio ed omogeneo anche se duro da lavorare, poco elastico (provo una terza volta con meno farina?) ed impiega circa un tre ore per il raddoppio! rimango in attesa di un tuo consiglio per cimentarmi un’altra volta nell’esperimento! PS da vera golosa le ho fatte con nutella e scaglie di ciocc fondente, nonostante non fossero soffici come avevo sperato, il sapore era da urlo! In più, con il tuo impasto ho fatto anche i maialini (sai quelli paneangeli?) e vengono una meraviglia. grazie dell’attenzione e soprattutto per le tante idee/consigli che rendono più sfiziosi i nostri pasti!

  • @manuela. Ciao Manuela. Mi fa piacere che hai provato la ricetta, ma nello stesso tempo mi spiace che il risultato non è stato come lo speravi. Cmq credo che potrebbe essere un problema di farina oppure di lievito. Magari prova a mettere quella della coop per quanto riguarda la 00 e l’altra metà fai di manitoba, che è una delle migliori per i lievitati. Di ridurre la dose non me la sentirei di dartelo come consiglio perchè poi andrebbe ridotto anche il lievito. I tempi invece credo che siano così lunghi poichè siamo in inverno. E riguardo il lievito mi viene da pensare che non abbia fatto il suo dovere. Prima di riprovare fai fare al lievito che utilizzerai una prova mettendone pochissimo in un bicchiere con poca acqua tiepida e una punta di zucchero. Attendi una decina di minuti e se compare la schiuma in superficie, utilizzalo pure. Se invece la situazione non ha nessun cambiamento, buttalo pure via e opta per il lievito secco. Considera che spesso ai cubetti di lievito in commercio non viene fatta rispettare la catena del freddo e di conseguenza quello si rovina e non è più utilizzabile. Quindi ricapitolando: metà farina 00 coop, metà manitoba e fai la prova per testare la vitalità del lievito prima di iniziare…Fammi sapere. Spero di averti aiutata. Un bacione

  • grazie sara, sei stata super esaustiva! in effetti, adesso che mi ci fai pensare, potrebbe anche essere un problema di lievito: l’ho messo nel bicchiere con acqua e zucchero e non ha fatto la schiumina ma solo una leggera patina bianca. cmq. comprerò la farina coop e manitoba, seguirò alla lettera le tue istruzioni e questo fine settimana con mia figlia faremo le prove generali! speriamo bene. un abbraccio

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close