L'Appetito Vien Leggendo

Food, Travel & Photos

di analogie e di fagottini…

 
…il simbolo del dollaro impresso sul davanti e ci saremmo quasi…No, ditemi quanto questi miei fagottini ricordano i sacchi di Paperon dei Paperoni pieni di banconote…Da quando li ho fatti ho pensato questa cosa e ad ogni  sguardo me ne convinco sempre di più…Forse se li avessi chiusi con dei fili di erba cipollina avrebbero dato meno l’idea. Ma causa freddo l’erba cipollina era irrecuperabile.
 
“Senti per cortesia tua madre e chiedi se nel suo giardino c’è sempre?”. ”Gliel’ho chiesto. C’erano tre fili lunghi come stuzzicadenti(da quando gli stuzzicadenti sono lunghi?!? per la serie gli uomini e le proporzioni) che con il gelo si sono seccati”.
 
Sulle prime mi sono detta “la sostituisco con del prezzemolo, il colore c’è e tanto non si mangia…”. Poi però all’apertura del cassetto mi sono ricordata di avere del filo alimentare che avrei potuto tagliare delle dimensioni a me congeniali per fare dei fiocchi e non avrei dovuto quindi litigare con un pezzo di prezzemolo troppo corto con il quale al massimo sarei riuscita a fare un antiestetico nodo(vabbè avete capito. Avevo provato con il prezzemolo, poi dopo aver capito a mio spese, temporalmente parlando, che non era il massimo della praticità ho cercato la soluzione in altri lidi…Ma con voi un segreto non si può proprio tenere eh?!?). E quindi vai con lo spago…
 
“Si carini, ma dentro che c’è?”. Per proseguire l’epopea delle analogie con i sacchi di Paperon dei paperoni vi dico subito che il ripieno è molto ricco…
Del morbido radicchio trevigiano ripassato in padella con la besciamella, della salsiccia croccante e un cubetto di scioglievole e saporito taleggio(mi è venuta fame per scrivere la frase ;-)).
E poi sono anche carini da vedere.
Provateli e farete un figurone. 
 
FAGOTTINI DI CREPES
Ingredienti per 6 fagottini
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di farina
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di panna fresca
  • 200 gr di radicchio trevisano
  • 1 salsiccia di suino
  • 100 gr di Taleggio DOP(in un’unica fetta)
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 200 gr di besciamella 
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale fino
  • pepe nero
  • olio e.v.o
  • Spago alimentare(o steli di erba cipollina da scottare in acqua bollente) per legare i fagottini
Procedimento
In una capiente bastardella di acciaio, con una frusta a mano, sbattere le uova. A parte unire la farina con il latte e la panna e unire il composto ottenuto alle uova sbattute. Salare e continuare a sbattere leggermente con la frusta a mano. Far riposare la pastella ottenuta.
Nel frattempo ridurre a striscioline il radicchio.
Farlo saltare in una padella antiaderente con poco olio e.v.o. e uno spicchio d’aglio sbucciato, ma lasciato intero.
Togliere la pelle alla salsiccia e sbrisciolarla. Far scaldare un padellino antiaderente, mettervi la salsiccia sbriciolata e farla cuocere.
Togliere l’aglio dalla padella con il radicchio ormai intiepidito e aggiungervi la besciamella, il parmigiano, il pepe e il sale. Mescolare bene.
Prendere una padella per crepes e farla scaldare sul fuoco. Con un mestolo versarvi un po’ di composto e far si che si diffonda uniformemente scuotendo un po’ la padella. Far cuocere per circa 30” poi con una spatola piatta dalla punta arrotondata(di legno o di metallo)staccarla, girarla e far cuocere dall’altro lato.
Proseguire così fino all’esaurimento della pastella e disporre le crepes ottenute su un piatto. Disporre un po’ di radicchio su ciascuna crepes. Aggiungere un cubetto di taleggio DOP e un pezzetto di salsiccia croccante. Sollevare i bordi delle crepes a formare dei fagottini e chiuderli con dello spago alimentare precedentemente bagnato e strizzato(o con degli steli di erba cipollina sbollentati per pochi secondi in acqua bollente.Disporre i fagottini in una teglia da forno e farli scaldare a 180° per pochi minuti giusto il tempo di far sciogliere il taleggio DOP. Servire caldi.
 
 
Con questo piatto partecipo al contest di Eleonora di Burro e Miele, Piatti Unici.
p.s.scusate per il ritardo del post che avevo intenzione di pubblicare venerdì come di consueto, ma causa black out della mia linea Adsl sono stata impossibilitata. Fortunatamente, come assicuratomi dalla signorina Marzia del 187, contattata alle 07.00 di mattina quando con un occhio aperto e uno chiuso mi sono resa conto che non c’era linea e per poco non mi prendeva un coccolone, il guasto(uno filo completamente rotto) è stato risolto dal tecnico in meno di 48 ore.
 
p.p.s. Grazie mille a tutti per i commenti lasciati nel post precedente, dove chiedevo una vostra opinione circa un mio dubbio a dir poco amletico(ps avevo scritto amletiano ma è l’01.28 quindi capitemi please…). Ho notato con piacere che anche voi scrivete e tanto (;-)) e sono stata veramente felice di conoscere la vostra idea sull’argomento! Ognuno nel suo commento ha sottolineato una sfumatura diversa e ho apprezzato veramente tanto la vostra viva partecipazione!!!
40 Discussions on
“di analogie e di fagottini…”
  • Bellissimi i tuoi fagottini! Io avrei provato anche con la foglia esterna di un porro, hai presente? Per legarli intendo! Ultimamente li ho usati per degli involtini di verza, danno anche un’aromino molto forte!
    Buona domenica!

  • ahah ti capisco! anch’io ogni tanto mi faccio venire fame da sola 😉
    belli, d’effetto e molto versatili questi fagottini, brava. buona domenica saretta, un bacio!

  • Giuro che ai sacchi di zio Paperone non ci avrei pensato ma ora che me lo hai detto sono sicura di una cosa. Che il taccagno zietto baratterebbe volentieri qualcuno dei suoi pieno di soldoni con questi golosi fagottini dal cuore cremoso e saporito :D! A te è venuta fame a scrivere a me “l’appetito vien leggendo”…Mi sa che hai proprio azzeccato il nome del blog ^__^
    In bacione tesoro, buona domenica

    P.S. gli uomini e le proporzioni? Gli uomini e il sale in zucca!!!!!!! La mia cavia domenica scorsa ha scambiato (prima dell’assaggio) le listerelle di salmone nella pasta per carote julienne!!!!!!! Quando mi ha chiesto “ci hai messo le carote?” mi stavano per cadere le braccia!!!!!!!!

  • QUesti fagottin sono fantastici! Magari fossero pieni di banconote…ma anche ripieni di salsiccia, radicchio e salsiccia diventano molto preziosi e sopratutto golosi! Ottima idea…e bellissima presentazione!

  • Che belli questi sacchi, e che buono il ripieno, I love taleggio!!! Mi è venuta una fame… e se consideri che ho da poco concluso il pranzo domenicale direi che è un gran risultato! 🙂

  • ma son belli tanto davvero! anche a me hanno fattoricordare i sacchettini di monete ma stanno di un bene 🙂 buono anche il ripieno, io ho provato a legare con le foglie del porro scottate, resistono e sono malleabili 🙂 ciaooo Ely

  • @stella. Grazie mille cara e ti confesso che al porro non c’avevo proprio pensato. Grazie per il suggerimento. Un bacione

    @nena. Grazie mille cara e rimettiti mi raccomando! Magari con uno di questi fagottini un pò ti riprenderesti. Un bacione

    @lo ziopiero. Grazie mille! E che somiglianza, eh ;-)?!? Un bacione

    @federica. Sono felice che ti piaccia la ricetta e mi fa piacerissimo che trovi adatto il titolo del mio blog! Comunque mia cara ho una proposta da farti: perchè non facciamo convivere per una settimana(secondo me potrebbe essere sufficiente)le nostre cavie, spiandoli a distanza?!?Secondo me dopo questo esperimento potremmo scrivere un libro o forse un’enciclopedia ;-). Dai il salmone con le carote no eh!!!Hai il diritto di tenerlo a digiuno per una settimana dopo uno sbaglio del genere!!!Un bacione

    @eleonora. Grazie a te per il bel contest. Sono felice che la mia ricetta ti piaccia. Un bacione

    @claudia e @the queen of chocolate. Grazie mille ragazze. Un bacione

    @chiara. Hanno colpito in pieno allora ;-). Un bacione

    @elisina. Ti confermo entrambe le cose: carini da vedere, ottimi da assaporare. Un bacione

    @ely. A quelle proprio non c’avevo pensato e grazie del suggerimento. Sono felice che ti piacciano e in effetti sono molto carini da vedere. Se si hanno ospiti potrebbero far fare un figurone. Un bacione

    @lylius. Grazie mille e anche io amo molto questa verdura. Un bacione

    @la mozza. Grazie mille. A presto

    @aurore. Quando senti il profumino che emana il ripieno li assaggi senza troppi scrupoli, fidati ;-)…Un bacione

  • buonissimi e soprattutto super golosi, questi si che a casa mia si finirebbero subito.per l’erba cipollina è così anchela mia è proprio ll suo ciclo naturale, adesso tra due mesi ritorna a germogliare.sono proprio curiosa di vedere cosa farai con i topinambour che adoro!

  • Mi piace l’idea di fare dei fagottini con le crepes, li si può riempire di ogni bontà (sto fantasticando su tutti i possibili ripieno adesso, eheh!) L’analogia è simpaticissima e ci sta tutta 😀

  • che belli questi fagottini!! io le crepes le faccio senza panna, saranno ancora piu golose così.. peccato si veda poco il ripieno in foto, io con queste cose a sorpresa sono sempre curiosa di vedere il dentro!!

  • è vero.. sono identici ai sacchi di Zio Paperone.. e sono BUONISSIMI!!! solo al vederli m’è presa fame.. mai leggere blog all’ora di pranzo se non s’è ancora pranzato!!
    ciao

  • @lerocherhotel. Che somiglianza eh?!? ;-). Grazie mille!

    @dada. Non sarebbe chiedere troppo???;-). Un bacione

    @salamander e lalique. Grazie mille. Un bacione

    @lucy. Grazie mille cara. Il topinambur…abbi fede e vedrai…un bacione

    @ambra. E lì sono certa che sarebbero al sicuro ;-)!!!Un bacione

    @tiziana.Grazie mille e buona settimana anche a te…Un bacione

    @barbara. E’vero sono versatili(la crepes in fondo ha un sapore molto neutro) e ti puoi sbizzarrire! Un bacione

    @fabiana.eh già, cara! Un bacione

    @una cucina tutta per sè. Grazie mille. Un bacione

    @marzia.lo so che la curiosità spinge a voler vedere il ripieno però esso non sempre è molto fotogenico. Nei blog non potendo assaggiare i cibi li mangiamo con gli occhi e presentare una poco composta come questo ripieno di verdure e besciamella a me farebbe l’effetto contrario. Quindi per coerenza alle mie reazioni a certe foto cerco di essere il meno “sanguinaria” possibile. Comunque sono buonissime. Un bacione

    @lady. Io questa lezione l’avevo appresa a suo tempo a mie spese. Quindi d’ora in poi il blogroll si guarda dopo cena a pancino pieno…Un bacione

    @rossella. Grazie mille cara e buona settimana anche a te. Un bacione

    @luciana. Grazie mille. Il taleggio da un tocco in più. Un bacione

    @lo81. Si tanto te lo confermo. Un bacione

  • Questi fagottini sono bellissimi. Sai con che potresti provare a legarli? Con delle foglie di porro appena sbollentate e tagliate a striscioline. Io in mancanza di erba cipollina faccio così! Comunque, filo o erba cipollina sono deliziosi con qusto ripieno delizioso.
    Senti, siccome sono un pò distratta, mi sono accorta ora del tuo contest. Stasera è tardi ma domani passo a prelevare il banner e penso qualcosa 😀
    Un bacione

  • Bei fagottini davvero, poi considerato il ripieno con salsiccia, radicchio e taleggio… mi hai fatto venire voglia di confort food. Buona settimana!

  • @benny. Grazie mille. Un bacione

    @viola. Al porro non c’avevo proprio pensato e grazie mille per la dritta. Sono felice che vuoi partecipare al contest. Preleva pure il bannerino e ancora ci sono 15 gg ;-). Un bacione

    @katia. In effetti più comfort di così ;-)!!!Un bacione e buona settimana anche a te.

  • ottimi e bellissimi! effettivamente appena li ho visti ho pensato che forse con l’erba cipollina avrebbero fatto un effetto diverso…poi ho letto il post! Sono perfetti anche così…e poi sono da mangiare, no? chi se ne importa di come sono legati…Il taleggio, che bontà!

  • Sìììì! E io ci metterei tanto di cartelli VIETATO TOCCARE!! STARE LONTANI!!
    Eh beh… lo so che è meglio condividere, ma dopo che hai descritto il ripieno è sopraggiunta la bavetta (vedi anche un po’ l’ora!!) e quindi li voglio tutti per me!
    Carinissimi, con lo spago…

  • @buona cucina. Grazie mille. Un bacione

    @strawberry blonde. Anche io ho un debole per il taleggio e sono felicissima che questi fagotti ti piacciano. Un bacione

    @ramona. E tu sei veramente gentile come sempre. Grazie mille e un bacione

    @parentesi culinaria. Mai leggere i post all’ora di pranzo o di cena. Poi lo stomaco brontola e di brutto! Sono felice che lo spago alias “estremo rimedio” ti piaccia ;-). Un bacione

    @lafede. Grazie mille. Un bacione

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close