L'Appetito Vien Leggendo

Food, Travel & Photos

Un’arancia al giorno…

Perché poi se c’è chi arriva a 94 anni e si può permettere ancora di fumare in terrazza con tanto di smalto alle unghie come fosse una vent’enne, qualche segreto dovrà pur averlo…
Ma che storia è questa?! La storia della nonna e delle due sue sorelle. Sommando l’età delle tre, arriviamo a quasi tre secoli. La nonna il suo vizietto lo porta avanti di nascosto perché il nonno non ha mai voluto che lei fumasse e anche se ora non lui non c’è più, lei è così abituata a negare, che si è convinta anche per se stessa che quel vizio non le appartiene. Le zie, invece che non hanno mai dovuto rendere conto a nessun uomo(segreto per la longevità numero uno), l’hanno sempre fatto in bella mostra sul balcone e la novantaquattrenne ritiene che se smettesse ora, potrebbe trattarsi per lei di una svolta fatale.

La loro vita cittadina, per quarant’anni al servizio dei signori, gli ha regalato un’emancipazione mentale tale da renderle all’avanguardia per quell’epoca. E quando raramente tornavano al paesetto istruivano la nonna che le ha sempre venerate, quasi fossero degli oracoli.…

Loro erano brave governanti e i signori dai quali prestavano servizio, erano Signori appunto. E va da se che costoro si trattavano bene…Le ziette quindi hanno sempre bevuto il vino rosso quello ricco di antiossidanti(tutt’ora si fanno fuori un litro a pasto), hanno sempre mangiato tante proteine(la carne prima era un lusso e loro ci vivevano), sono sempre rimaste leggere per cena(mai andare a letto con la pancia troppo piena e non solo per gli incubi conseguenti…) e hanno sempre mangiato tante arance…Si le arance! I signori le mangiavano e loro non potevano non amarle…Talvolta tornavano da Roma, con casse di arance per la nonna e per i nipoti, perché contro i malanni non ci poteva essere migliore medicina…

E io, degna nipote di nonna e delle zie, non fumo, però sui loro stili di vita qualche studio l’ho fatto(e trovo che al mio posto, chiunque avrebbe fatto come me :-)!)…E visto che le arance me le mangio quasi sempre “nature”, le propongo raramente qui sul mio blog…
Stavolta però le quantità di arance acquistate erano un po’ eccessive…E le ziette un dolce ogni tanto se lo concedono…

3-9776-2-
4-9778
E questo è delizioso…
0-TX-9783_1
0-9783-TX-ING
1-9780
33 Discussions on
“Un’arancia al giorno…”
  • E tu vedi che le zie e la nonna avevano capito tutto 😉
    Beate loro, piuttosto, chissa’ come saro’ io a quel’eta’…se mai ci arrivero’.

    Invece vorrei arrivare ad acchiappare una fetta di questa 🙂

  • Oh ma che bella storia!Complimenti alla nonna e alle zie e che possano gustare ancora 100 di questi dolci!Cheesecake profumatissima, l’adoro!Baci

  • mhhh viste le premesse: no fumo, no vino, no carne rossa, cena sicuramente più abbondante del pranzo fuori casa e poche arance (mi piacciono un sacco ma alla fine restano nella fruttiera a discapito delle mele!) mi sa che ho poche speranze di arrivare ai 90 e forse anche agli 80! Se faccio il bis della torta dici che funziona lo stesso? Un bacione, buona settimana

  • Queste zie mi sa che hanno tanto da insegnare!
    Io in questi giorni sono alle prese con la marmellata di agrumi di ogni tipo…. arance comprese! Peccato, questa torta mi sembra proprio una di quelle che piacciono tanto a me :-))

  • Mi sa che fai bene a studiare la nonna e le zie….credo proprio che la sappiano molto lunga 🙂
    che bello arrivare a quell’eta’ con lo spirito da giovinetta….io da parte mia ce la metto tutta mangiando tonnellate di arance, ma anche una fettina di questa meraviglia non ci starebbe male…zia docet 😉

  • a me le cheese cake piacciono moltissimo e sai poi le arance noi le abbiamo sempre in casa per cui perche’non farla?!

  • è la prima volta che capito su questo blog. Complimenti, molto bello, anche le foto bellissime ma….per leggere la ricetta c’è un trucco? O ci vuole solo una vista molto buona?
    Ciao Luisa

    • Il trucco è o una vista molto buona oppure basta cliccare sull’immagine e la scritta risulta molto più definita. Prova e fammi sapere!

  • vedi? sempre imparare dalle nonne! Belissima questa cheesecake, anche ioho comprato una valanga di arance rosse…metodo per smaltirle trovato…grazie 🙂

  • fantastiche queste signore! e hano ragione.. una golosità ogni tanto non fa male a nessuno, anzi fa bene allo spirito! e lo spirito spesso porta avanti il corpo! quindi… brave nonna e zie e bravissima tu!!!

  • Hanno prorpio ragione le zie e la nonna.Bisogna sempre imparare da chi ne sa di piu’,ad iniziare da questo super cheese cake strepitoso.
    Un abbraccio e buona giornata.

  • Buonissima questa cheese cake così profumata e invitante!!
    Complimenti alla nonna e alle zie anche per lo stile di vita!
    Ciao!

  • Adoro la tua nonna e le tue zie, mi piacerebbe molto assistere ad una loro chiacchierata sul balcone! 🙂
    Anche per me vale la regola delle arance nature, ma questa cheesecake è troppo buona!

  • Adoro le arance se poi sono in versione cake, anche meglio!! L’immagine di un’anziana signora che fuma in terrazza con lo smalto sulle unghie è talmente suggestiva che mi fa invidiare tantissimo tua nonna e le zie! Marta

  • Saretta, grazie mille………..ti ho già aggiunta al contest 😀
    Complimenti per la tua cheesecake ;D
    Un abbbraccio 😀
    Kelly ^.^

  • Vuoi dire che il loro regime di vita è quello giusto? Il mio gli assomiglia parecchio… fumo, mangio arance, bevo vino rosso e mangio carne 😉 e vvvaai!
    Foto-ricetta molto bella!

  • Non ho mai fatto il cheese cake all’ arancia e visto che ultimamente le arance le metto anche io dappertutto, ho salvato immediatamente la tua deliziosa ricetta!! Mai sentito mettere gli agenti lievitanti in questo tipo di torta, ma mi fido di te ed eseguirò la tua ricetta fedelmente…Meravigliose le foto come sempre! Un bacione e complimenti a nonna e ziette!!

  • Ma che storia fantastica e che donne incredibili. Io adoro curiosare nel passato degli altri e ogni qualvolta le amiche mi regalano frammenti della loro storia, io non posso che gongolare. Se poi questi scampoli di memoria si accompagnano a dolci come quello che hai presentato tu, beh, non ho dubbi che la parola perfezione esista! Ti abbraccio, bellissimo post. Pat

  • Adoro le arance ma come te non le uso mai per preparare i dolci, piuttosto le uso per farmi una bella spremuta la mattina appena alzata o una fresca merenda il pomeriggio…chissà magari insieme a una meletta al giorno, è davvero il segreto per una vita lunga e sana! 😉 Ottimo però anche il cheesecake alle arance…e bellissima anche la foto!

  • mi piacciono i racconti delle nonne!! La tua deve essere proprio in gamba 🙂
    al contrario di te invece io le arance “nature” proprio non riesco a mandarle giù a causa dei loro filini… 😉 quindi o le spremo, o ci faccio dei cake, ma mai fatto un cheesecake quindi, prendo l’idea con piacere, e cerco di farla prima che le arance finiscano!!
    un abbraccio mia cara!

  • Le ignare ziette se la ridono e io vi ringrazio perchè come sempre siete tutti troppo gentili! E la torta provatela, perchè non vi deluderà affatto :)!

  • Ciao … scrivo ora per la prima volta sul tuo blog … non solo ricette molto interessanti ma anche foto stupende … complimenti !!! Anche io sai, ho una nonnina novantenne arzilla con le unghie perfette e dipinte … non fuma ma anche lei hai una serie di segreti … prima o poi potrei raccontarli … buona serata, Carolina

    • Ciao e benvenuta :)! Grazie mille per quello che scrivi!
      I segreti di longevità delle nonnine a mio avviso devono essere conservati e divulgati ;)! A presto! Buona domenica!

  • Grandissime nonna e ziette! Sono già un mito per me 😀 Smalto+sigarette+vino rosso+arance… cosa chiedere di più dalla vita? Se poi il premio è tanta longevità.. beh, allora non resta che seguire i loro consigli! 🙂 Un bacione…

  • Dovevo conoscerti personalmente!
    Ho partecipato al contest “Cheesecake mania” e sono arrivata prima, dovevo venire a sbirciare da te, mi aggiungo ai tuoi followers!
    E’ un vero piacere!
    Ps. Complimentissimi per le foto!^__^
    Un abbraccio,
    Paola

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close