L'Appetito Vien Leggendo

Food, Travel & Photos

La mia “Vintage Attitude” e un budino vegano al Nespresso Selection Vintage

Sono nota per essere quella che fa tappa fissa in tutti i mercatini e i negozi vintage che mi capitano a portata di mano (e non sono quasi mai a portata di portafoglio). Ho un armadio pieno di cinture, borse, orologi e gioielli che hanno superato i vent’anni e godono ancora di ottima salute (come dice mia nonna un tempo le cose venivano fatte per durare). Li trovo così eleganti, senza tempo e ancora pieni di vita.

Indosso profumi dalle fragranze ricercate che conservo all’interno di bottiglie munite di pompette vaporizzatrici. Ascolto musica retrò, impazzisco per il jazz e lo swing e invidio chi ha avuto la fortuna di assistere ad una performance live di Django Reinhardt. Non utilizzo il kindle perché per me i libri sono fatti di carta, possibilmente ingiallita. Mangio caramelle storiche dall’involucro rosso (e dal sapore indefinito) e ho un debole per le scatole di latta soprattutto se raffigurano bambini pingui con le gote rosse e l’aria serena intenti a mangiare biscotti portatori di felicità. Nonostante sia sempre connessa inorridisco ad ogni aggiornamento del mio smartphone e talvolta sento la necessita di stappare una penna e lasciare che sia l’inchiostro a mettere nero su bianco sulla mia Moleskine i miei confusi pensieri che diventano ordinati all’incontro con la carta.

A tavola amo l’innovazione e sono incuriosita da nuovi sapori spesso legati ad abbinamenti inusuali ma nulla riesce a portarmi indietro nel tempo come un piatto di spaghetti con burro e parmigiano mangiando i quali sento ancora persino le molle delle poltroncine imbottite ricoperte di tessuto damascato color senape sulle quali sedevo mentre pranzavo quando ero piccola a casa di mia nonna.

Poi ci sono i cantucci della zia, la stracciatella e il budino al cioccolato che mi veniva concesso quando ero malata e soprattutto in caso di mal di gola. È il mio comfort food da quando ho memoria e ho pensato di farne uno utilizzando un caffè speciale, Nespresso Selection Vintage. Si tratta del primo caffè ad aver subito un affinamento di 6 anni, processo che gli ha consentito di assumere un carattere e un’anima unici per un caffè espresso e che visti i presupposti ha tutte le carte in regola per diventare il mio caffè preferito (tra l’altro si beve al vetro).  Provatelo, bevetelo, viaggiate nel tempo, assaporatelo in vari momenti della giornata e se volete un consiglio, mentre cucinate il budino, ascoltate questa canzone :).

Budino al caffè Nespresso Selection Vintage e latte di mandorle
Ingredienti per 4 budini
500ml di latte di mandorle non tostate e non zuccherato
60g di zucchero di canna bio
1 tazzina di caffè Nespresso Selection Vintage 2011 freddo
50g di amido di mais (maizena)

Procedimento
Versate in un pentolino la maizena e lo zucchero. Unitevi il caffè e mescolate bene per evitare la formazione di grumi. Aggiungete anche il latte a filo sempre mescolando. Mettete il pentolino su fuoco a fiamma bassa continuando a mescolare fino a che il budino non si sarà addensato. Trasferire il budino il 4 bicchierini. Coprire con pellicola trasparente e far riposare in frigo almeno 4 ore. Al momento di servire potete arricchire i budini con scaglie di cioccolato fondente.

[Foto scattate presso Pigato]

1 Discussion on “La mia “Vintage Attitude” e un budino vegano al Nespresso Selection Vintage”

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close