L'Appetito Vien Leggendo

Food, Travel & Photos

La pasta del futuro si stampa in 3D

Le mani della nonna che impastano sulla spianatoia infarinata Vs la nuova stampante 3D della pasta di Barilla. Più poesia nel primo caso, formati dalle forme e geometrie irripetibili nell’altro. Nata 4 anni fa dalla collaborazione con il Centro di Ricerca Olandese TNO, la nuova stampante è stata protagonista della Mostra New Craft, curata e ideata da Stefano Miceli dove manifattura artigianale d’eccellenza e innovazione tecnologica si incontrano.

stampante-barilla-3d-durante-la-produzione-del-formato-vortipa

Si tratta della prima stampante che anziché essere alimentata con inchiostro funziona con un impasto a base di acqua e semola. Con il computer si seleziona dalla libreria il formato da produrre (che è personalizzabile per esaltare la creatività in cucina di chiunque ami mettersi ai fornelli), si clicca invio e in pochi minuti la pasta fresca è pronta per essere cotta.

Il risultato sono innumerevoli e fantasiosi formati adatti a valorizzare ogni singola ricetta di chef e food lovers. Ai fornelli durante l’evento di presentazione, lo Chef Stellato Davide Oldani amante del food e del design da sempre innovatore in cucina e attento al contenuto così come al contenitore. Secondo lui la nuova stampante segnerà l’inizio di una “cucina sartoriale disegnata su misura”. Per l’occasione ha cucinato un piatto di Vortipa con salsa alle melanzane, anguria leggermente salata, origano secco frullato, mandorle tostate e olio.

lo-chef-stellato-davide-oldani-durante-la-preparazione-della-sua-ricetta-2

È così bella che è quasi un peccato mangiarla! E voi di che forma(to) sareste?

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close